sabato 16 aprile 2011

Diario di un Festival: puntata 4 (3° giorno)

Volontarie "al vento"
Oggi è stata, di gran lunga, una delle giornate più emozionanti del Festival per me. Vabbè, prima la giornata è iniziata con l'Università, lezione alle 12 e poi ho raggiunto dei miei amici a mensa per pranzo. Verso le 14.15 siamo salite in centro io ed una mia amica che era di turno alle 14.30 al Centro G. Alessi per una conferenza, ma io - che ero fuori - ho "beccato" la nostra coordinatrice, che mi ha detto che al Teatro Pavone c'era Vasco Brondi che provava le canzoni per l'intervista delle 19. La mia amica si era fatta mettere di turno per quell'evento, allora sono andata da lei, comunicandole la notizia e dicendole che comunque Daniela (la coordinatrice) ci dava il permesso. Arrivate lì, lei fa per scendere in platea, ma un accompagnatore di questo Vasco Brondi (cantante del gruppo "Le Luci della Centrale Elettrica") ci dice che le prove erano finite e che comunque lui sarebbe uscito dall'uscita principale (dov'eravamo noi). Mentre aspettavamo, chiamiamo un'altra nostra amica (Gloria) che invece è fan di questo gruppo. Purtroppo non fa in tempo, Brondi ci passa davanti, gli chiediamo una foto, ma lui gentilmente declina, dicendo che non è grande amante delle fotografie. Pazienza, io sto gruppo non so neanche dove stia di casa!
Dopodiché ci rechiamo al "Quartier Generale" (ovvero l'Hotel Brufani), dove ci piazziamo in una brulicante press room con il mio pc perché dovevamo fare delle cose per l'Università. Alzo la testa, eccolo! Mauro Casciari delle Iene. Sapevo di avere il turno con lui alle 17.30 ma non mi aspettavo d'incontrarlo in sala stampa un'altra volta. Prendo la macchinetta fotografica (e Martina) e timidamente mi avvicino per chiedergli una foto. Prima la scatta Martina a noi due, e poi io a loro. Purtroppo la mia macchinetta ha fatto cilecca, perché diceva di continuo "Carta Illeggibile". Panico. Fortunatamente Martina aveva la sua ed abbiamo rimediato, tra una risata e l'altra. Ho trovato in lui una persona veramente molto simpatica e disponibile, e se prima lo stimavo, adesso la mia stima per lui è salita davvero alle stelle. 
Mi avvio verso la Sala dei Notari, il mio turno delle 17.30... La conferenza si chiamava "Vorrei dirti che non eri solo", proprio come il libro che Ilaria Cucchi (sorella di Stefano) ha scritto sulla vicenda della morte di suo fratello. Ilaria era in compagnia della sorella e della madre di due altre vittime dello Stato. Mauro Casciari ha presentato il suo filmato - realizzato per Le Iene - dedicato alla vicenda di Aldo Bianzino, anch'esso perugino. Se non avete mai visto il servizio, vi consiglio di dedicargli 11 minutini della vostra giornata, cliccate qui. Tutte e tre le signore hanno raccontato la loro storia, e posso dirvi che la commozione in sala era palpabile, avevamo tutti brividi e lacrime agli occhi. Un misto di orrore, tristezza, pena, schifo... Non saprei spiegarvi esattamente. Comunque una conferenza molto bella, molto sentita. 
Nel frattempo, alcuni amici in fila per la conferenza di Marco Travaglio al Teatro Morlacchi, mi dicevano che la fila si faceva sempre più lunga. Quando sono uscita dal turno, alle 19.30, ho chiamato la coordinatrice per farmi dire cosa dovevo fare, perché nel pomeriggio l'avevo incontrata in sala stampa e mi aveva detto di chiamarla per sapere. Mi ha detto che mi veniva a prendere lì alla sala dov'ero e che saremmo andati tutti al Teatro Morlacchi. Ci ha fatti entrare (io ed altri ragazzi, tra cui Daria, una ragazza molto simpatica con cui avevo appena concluso il turno) e, dopo aver fatto accomodare tutti gli spettatori nel teatro, ci siamo potute sedere anche noi nei posti riservati che non erano stati occupati. Per tirare le somme: dacché non dovevamo entrare, a che siamo entrate ma pensavamo di sedere sulle scale laterali, a sedere in terza fila... Mica male eh? Direi... 
Marco Travaglio è stato come al solito: meraviglioso. È la terza volta che vado a vederlo e non mi stanco mai. Ha un senso dell'umorismo che mi piace tantissimo. Lo "spettacolo" è finito alle 23, e finalmente mi sono incamminata verso casa. Vi metto un po' di foto per condividere con voi le emozioni =D

Io e Mauro Casciari (sì, è davvero altissimo!!!)
Marco Travaglio


5 vostre reazioni:

Des ha detto...

Adoro Travaglio, lo stimo profondamente.

Thegirasole 80 ha detto...

Ciao Giulia ti seguo da un bel pà e sei una ragazza bella, intelligente e con una grande ironia. Sai anche io vorrei aprire un blog è da tempo che ci penso , ma sai ho un pò di paura sono una persona molto timida, cosa mi consigli? Grazie per il tempo che ci dedichi.

Dαddα ha detto...

ciao! ti seguo su youtube e dopo il tuo ultimo video ho scoperto il tuo blog! :) se ti va passa da me, ho anche aperto un giveaway con premio Sigma... baci!

giuNERAlia ha detto...

Thegirasole 80 spero che leggerai questo commento perché non so dove contattarti: BUTTATI!! Il blog è perfetto per le timide! Non sei obbligata a far vedere il tuo volto (al contrario dei video su YT, nei quali se non fai vedere il volto dopo un po' può essere "noioso" o "strano"), e puoi dare libero sfogo alla tua passione ed alla tua creatività!!! :)

Eve ha detto...

OMG hai visto Vasco *sviene* io stavo coi lacrimoni all'intervista, è così carino *-* tra l'altro è stata l'unica cosa che ho visto del festival perchè congiunzioni astrali avverse mi hanno fatto perdere tutto...incommentabile,veramente!
Ma dimmi *si avvicina e si siede come le vecchie nonnette* off the stage è timido come sembra?oO
Sì, mi sento molto 15enne a fare ste domande cretine ma al momento i criceti nel cervello solo questo permettono ;D
Bacione!^^

Tatatatà... pubblicità :D

 

giune's boudoir Copyright © 2012 Design by Ipietoon Blogger Template